Mamma Africa ONLUS


Vai ai contenuti

Menu principale:


Un giardino per la vita

Cosa abbiamo fatto

Progetto completato!

Premesse
In uno dei quartieri più periferici di Ziga esiste una piccola scuola elementare, l'istituto di Ziga 2, frequentato dai figli dei contadini che abitano il quartiere, circa trecento bambini. Il direttore della scuola, monsieur Landrì, è un uomo molto capace e appassionato. Nonostante le inconsistenti possibilità economiche, ha avviato delle iniziative parascolastiche tese soprattutto alla conservazione delle tradizioni culturali locali e al sostegno di attività sportive che aumentino il senso di appartenenza alla scuola. Grazie alla piena collaborazione di tutto il corpo insegnante della scuola, sono stati dunque attivati dei laboratori di danza, recitazione e musica tradizionale, oltre alla creazione di una squadra di pallamano femminile che si è già distinta per i successi ottenuti in ambito regionale.
L'incontro con questa comunità scolastica ha fortemente impressionato i volontari di Mamma Africa che subito si sono impegnati per iniziare una collaborazione a sostegno delle attività promosse.
Il primo passo è stato quello di promuovere ed assegnare borse di studio che incoraggino sempre più i bambini e le loro famiglie a frequentare la scuola, senza abbandonarla a favore del lavoro precoce nei campi.
Durante la missione di gennaio-febbraio 2013 è stato avviato, in collaborazione con la casa editrice "La nuvola d'oro" di Fabiana D'Urso, una piccola ma significativa iniziativa: grazie al materiale didattico donato dalla casa editrice, i bambini della scuola di Ziga 2 hanno realizzato dei disegni sul tema "Quello che vorrei...". Dalla visione dei disegni realizzati e dal colloquio con i bambini è emerso che uno dei desideri principali di questa piccola comunità era la realizzazione di un giardino in cui coltivare quanto necessario per sostenere la mensa scolastica. Da qui il nome del progetto, "Un giardino per la vita". Inoltre, alcuni di questi disegni troveranno spazio un libro di futura pubblicazione della stessa casa editrice.

Obiettivi
La realizzazione di un giardino coltivato (10x10 metri) delimitato da una rete di recinzione che impedisca agli animali erbivori di distruggere il raccolto e sufficiente alla produzione di prodotti (cereali, verdure, patate ecc.) che saranno utilizzati presso la stessa scuola per la preparazione della mensa.

Metodo d'intervento
In Italia sono già stati acquistati una rete di recinzione e una ventina di paletti metallici che sono stati caricati sul container partito a fine 2013. Una volta installate le recinzioni si provvederà ad acquistare piante e sementi in modo da favorire la coltivazione dei prodotti più nutrienti ed assicurare la rotazione delle coltivazioni impedendo il progressivo inaridimento del terreno. In Burkina Faso verranno acquistati anche i necessari attrezzi agricoli manuali. Sarà avviata una formazione specifica dei bambini su nuove tecniche di coltivazione e sulla concimazione naturale della terra.

Costi

Rete metallica (50 metri circa): 380,00 euro.
Attrezzi agricoli manuali: 100,00 euro.
Sementi e piantine: 20,00 euro.

Costo totale progetto: 500,00 euro.

Grazie al sostegno della casa editrice "La nuvola d'oro" e di BancaNuova che ha coperto le spese, il progetto potrà essere realizzato nel corso della prossima missione.


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu