Mamma Africa ONLUS


Vai ai contenuti

Menu principale:


Coltivazione jatropha

Cosa facciamo > Agroforestazione

Premesse

La Jatropha curcas è un arbusto perenne, velenoso, di altezza massima di circa cinque metri, appartenente alla famiglia delle Euforbiacee. È comunemente nota come Barbados nut o Physic nut.
La pianta è originaria del Centro America, da dove è stata diffusa in diverse altre zone tropicali e subtropicali, ed è principalmente coltivata in Asia e in Africa, dove è conosciuta come
Pourghère. Dato che è tossica è usata spesso come recinzione vivente per proteggere orti e giardini dagli animali e, per lo stesso motivo, in Africa è usata per recintare tombe e cimiteri. È molto resistente all'arido e coltivabile in zone pressoché desertiche.
I semi contengono circa il 30-38% di olio, non commestibile ma utilizzabile tal quale come comune combustibile ovvero come carburante, previa semplice filtrazione, in motori Diesel opportunamente progettati oppure trasformabile in Biodiesel tramite transesterificazione e impiegabile in tutti i motori Diesel senza alcuna modifica specifica.

Obiettivi
Dalle argomentazioni sopra riportate e considerato che, da informazioni raccolte nel corso della missione di giugno 2013, sono presenti in Burkina Faso aziende in grado di acquistare il prodotto per la successiva trasformazione in Biodisel, si ritiene possibile avviarne la produzione.

Metodo d'intervento
Si sta verificando la disponibilità delle sementi direttamente in Burkina Faso o nelle zone limitrofe. Si provvederà quindi ad acquistarne un congruo quantitativo per avviare delle culture sperimentali.

Costi
I costi di tale progetto vanno tutti verificati in relazione alle eventuali difficoltà di approvvigionamento delle sementi. In ogni caso non dovrebbero essere proibitivi.

Eventuali sviluppi futuri
La coltivazione sistematica, oltre a rappresentare un valido strumento contro la desertificazione delterritorio, può consentire sviluppi dal punto di vista commerciale e quindi costituire fonte di reddito.



Torna ai contenuti | Torna al menu